· 

Next2me: perché ci è piaciuta

Recensione

Tra tutti gli acquisti fatti per Chiara, questo è stato senz'altro quello che rifarei subito.

Ho acquistato la culla Chicco Next2me Dream a dicembre dello scorso anno su Amazon.it. All'epoca ero ancora incinta e per lungo tempo avevo cercato una soluzione che permettesse di dormire vicino a mia figlia senza rischiare di schiacciarla.

Mi ero informata su altri modelli, su altri tipi di culla. Poi, complice una promozione sul sito, risparmiando circa settanta euro sono riuscita a comprare il modello che volevo.

 

Vediamo le caratteristiche principali.

La culla può essere usata lontana dal letto come una normale culla. Ha poco senso, probabilmente, ma è una nota aggiunta.

Con dei lacci, invece, si può agganciare al letto per permettere una presa sicura.

Il rivestimento alle pareti è fatto con una retina, che permette sia di areare l'interno che di osservare anche da sdraiate lo stato di sonno dei nostri figli. La barriera si tira giù con una mano sola.

Possibile, inoltre, trasformare la culla in un dondolo. Devo ammetterlo: ho usato questa funzione una sola volta, per cui non posso esprimere opinioni precise in merito.

Da aggiungere, infine, la possibilità di avere altezze diverse sul lato anteriore e su quello posteriore della culla. Questa funzionalità è stata da noi parecchio apprezzata, in quanto permette di tenere la testa del bambino in posizione più alta rispetto alle gambe ed evitare qualche problema causato dal reflusso o dal rigurgito.

 

Vediamo subito quello che ci è piaciuto:

1. La culla next2me permette di avere una via di mezzo tra il co-sleeping e il sonno separato: molte volte mi sono addormentata con la barriera abbassata stringendo la mano di mia figlia. Lei era al sicuro e anche io mi sentivo più tranquilla;

2. La culla next2me è comoda per l'allattamento notturno: si può tirare giù o su la barriera con una sola mano senza alzarsi dal letto. Soprattutto le prime notti dopo il parto è stata davvero una salvezza;

3. La culla next2me è sicura se vengono rispettate alcune norme (ancoraggio, limiti di peso e di età).

 

Quello che ci ha convinto meno, invece:

1. Pur avendo dimensioni maggiori di una cesta, per Chiara è diventata presto troppo corta. Da precisare, però, che nostra figlia è sempre stata più lunga della sua età.

2. L'altezza delle barriere non è elevata, per cui appena il bambino è in grado di tirarsi su o di voltarsi a pancia in giù è necessario sostituire la culla con un lettino. Da quel momento, infatti, il bambino non è più in sicurezza.

 

Ripeterei l'acquisto e la consiglio, soprattutto se avete intenzione di allattare il vostro bambino.

 

Serena B.


Scrivi commento

Commenti: 0

 

SCRIVICI

duemammeunblog@gmail.com


SEGUICI SUI SOCIAL PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI E LE NOVITA'